Seconda manifestazione al mondo per un settore che va dall’animazione, al fumetto, al gaming e al settore giochi (di ruolo, di carte, da tavolo), è ormai diventata un appuntamento irrinunciabile per molti appassionati.

Più volte modificata nella formula (e anche nel nome), si distingue in particolare per non essere più ospitata  dal 2006 in un capannone, una fiera o un palazzetto dello sport, ma all’interno di un’intera città.

Ogni anno infatti tra ottobre e novembre lo splendido centro storico della città di Lucca, ancora avvolto dalla cerchia muraria medioevale diventa la capitale del mondo del fantasy. Location unica nel suo genere, per un evento ormai di rilevanza internazionale, il primo in Europa, e di importanza mondiale, visto che è superato solo dal Comiket di Tokyo.

Una cittadina di 89.000 abitanti si trova quindi ogni anno invasa da un colorato e festante esercito di appassionati ma soprattutto, fenomeno diffusosi negli ultimi anni di cosplayers, persone che amano vestirsi come il loro personaggio preferito, riproducendone (o cercando di riprodurne) anche gli atteggiamenti. Il mondo cosplay è indissolubilmente legato a filo doppio alla cultura nipponica ed in particolare al mondo delle anime, dei manga o a quello dei videogiochi. E proprio le convention di settore come il Lucca Comics, sono come ricorda Wikipedia “il terreno maggiormente calcato dai cosplayers [..]Una parte significativa della sottocultura cosplay sono le brevi scenette (o esibizioni) in cui i cosplayer recitano la parte del personaggio di cui indossano il costume, re-interpretando fedelmente determinati passaggi del film, fumetto o serie TV da cui il personaggio è stato tratto, o al contrario fornendone un'interpretazione personale in chiave parodica quando non demenziale.

Protagonista principale della manifestazione è il pubblico, che non è solo spettatore, ma reale parte attiva e propulsore del successo della stessa. Di fatto è un grande happening a cui ciascun appassionato è convocato o si sente autoconvocato e a cui ovviamente non può mancare. Ciascun partecipante ricopre contemporaneamente il duplice ruolo di producer e consumer dell’intrattenimento, realizzando quindi una forma particolare di user generated content.
Se è indubbio merito degli organizzatori la creazione di un frame e del contesto generale nonché la relativa e complessa organizzazione logistica, buona parte dei contenuti vengono invece creati quasi sempre spontaneamente e senza alcun coordinamento dai singoli visitatori.

Lucca comics è una manifestazione in cui è vietato essere solo spettatori passivi. Un altro degli aspetti particolari dell’iniziativa del capoluogo della Garfagnana è la capacità di unire per i giorni della manifestazioni mondi che tradizionalmente sono molto distanti tra di loro, come ad esempio gli appassionati di fumetto con i gamer, o i cosplayer con i lettori della letteratura fantasy ecc.

Mondi diversi per cinque giorni convivono all’ombra del monte Ciocco, accantonando come in una sorta di “Tregua olimpica” rivalità e incomprensioni.

Per quanto riguarda l’edizione 2017, l’appuntamento è quindi dal 1 al 5 di Novembre date in cui si terrà il festival, mentre invece le mostre saranno aperte già a partire al 14 Ottobre. Noto tra gli appassionati  semplicemente come “il comics”, in realtà il nome ufficiale dell’evento occupa quasi due righe essendo “Lucca comics & games 2017, festival internazionale del fumetto, cinema di animazione, illustrazione e gioco.”  Per coloro che vi si recano, il divertimento comincia molto prima rispetto al loro arrivo nella cittadina toscana. Proprio come nel “Sabato del Villaggio” di Leopardi, l’attesa del dì della festa è essa stessa una festa. Nei mesi estivi ragazzi e ragazze di tutta Italia si costruiscono da soli il loro costume (i costumi originali sono severamente vietati!). Per realizzarlo anche al fine della partecipazione ai numerosi contest che vengono organizzati durante “il comics”, vengono passati in rassegna polverose mercerie, e i più fortunati possono contare sullo strategico aiuto delle nonne.

La splendida città di Lucca si trova in Toscana in una posizione baricentrica nel cuore d’Italia, ma abbastanza defilata rispetto alle principali vie e infrastrutture di comunicazione. Città di provincia, è servita dalla ferrovia, ma vi ci passano solo linee minori e i treni a medio-lunga percorrenza sono rarissimi se non quasi del tutto inesistenti. Sconsigliata ovviamente l’auto privata per ovvi motivi di traffico e di mancanza di parcheggi e autostradali, un’ottima soluzione per raggiungerla è rappresentata dagli autobus che verranno organizzati da GoGoBus con partenze da varie città d’Italia.

  TORNA AL BLOG





Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!