La varietà di paesaggi, fa dell’Abruzzo una terra sorprendente. Le aspre e alte montagne si contrappongono a verdi ed ampie pianure; le foreste del Parco Nazionale della Majella fanno da sfondo ad un mare limpido che incontra spiagge piatte e sabbiose. 

Molte città di questa regione hanno conservato l’aspetto medievale: borghi, castelli arroccati, eremi. Iniziamo a conoscerle assieme.

L’Aquila


Il terremoto del 2009 ha causato devastazione. Ancora oggi si notano cantieri di ricostruzione e ristrutturazione. La rinascita è arrivata lenta ma operosa con nuove abitazioni, un’infinità di bar, ristoranti e negozi.


La Basilica di San Bernardino ha riaperto le sue porte ai visitatori, nel 2015. Fu ricostruita in stile barocco, già dopo il primo terremoto del 1703.


Piazzale di Contemaggio ospita la Basilica di Santa Maria di Contemaggio, uno degli edifici più belli della città. Della Basilica è possibile ammirare solo le sue pareti gioiello esterne. Gravemente danneggiata al suo interno dal sisma del 2009, custodisce il mausoleo di Papa Celestino V. Il suo restauro si prevede termini entro il 2016.


La Fontana delle 99 Cannelle (in realtà ce ne sono solo 93) è uno dei monumenti da visitare più belli.



Sulmona


Una città ricca di ottimi ristoranti in cui degustare i piatti tipici della tradizione abruzzese è Sulmona, strategicamente adagiata su un altopiano al centro di tre parchi nazionali. Questa posizione privilegiata, la rende il punto di partenza ideale per un’escursione nella bellezza di una natura incontaminata. Facilmente raggiungibile da Pescara o da Roma, ha dato i natali al poeta romano Ovidio, nel 43 a.C. Inoltre, è nota in tutto il mondo per la produzione di confetti.


Piazza Garibaldi è la grande piazza sede di un vivace mercato, che si tiene due giorni a settimana, il mercoledì ed il sabato mattina. Qui si vende ogni genere alimentare (pesce fresco, verdura, carne, frutta) e fiori.


Il lungo Corso Ovidio è caratterizzato da una serie di bellissimi archi, che formano l'acquedotto costruito nel XIII secolo. E’ questo uno dei monumenti più importanti della storia dell’Abruzzo.


Nel centro della piazza, la bellissima fontana fu concepita per dare ristoro a quanti, in epoca rinascimentale, giungevano al mercato da lontano.


Leggermente più a nord rispetto a Piazza Garibaldi, in stile gotico la Chiesa di San Filippo Neri si erge maestosa. A farle da sfondo le alte e spesso innevate montagne.


Il Palazzo dell’Annunziata ospita il Polo Museale Civico della Santissima Annunziata ed il Museo del Costume Popolare Abruzzese, Molisano e della Transumanza. Voluto nel 1320 e ricostruito più volte, nasce su una domus romana del I secolo a.C. L'edificio regala al visitatore le linee armoniose dell’architettura rinascimentale e quelle seducenti del gotico. Il Mueso Civico propone sezioni dedicate all'archeologia, all'arte religiosa e alla cultura abruzzese-molisiana.


Sullo stesso complesso è presente la Chiesa della Santissima Annunziata, costruita nei primi anni del XII secolo, i numerosi terremoti hanno provocato la sua distruzione quasi totale. Ricostruita nel XVIII secolo, si presenta con linee decisamente barocche.


La Cattedrale di San Panfilo Vescovo, patrono della città di Sulmona, è posizionata leggermente fuori dal centro. Qui l’architettura gotica incontra il barocco. L'interno è eccezionalmente restaurato e custodisce vecchi e preziosi manufatti, tra cui un crocifisso ligneo del XIV secolo. L’ambiente più suggestivo è la cripta, dove sono conservate le reliquie dell’eremita Pietro da Morrone (tra le quali un pezzo del suo cuore).


Sulmona è famosa nel mondo per la produzione di confetti. Il Museo dell’Arte Confettiera è ospitato nella fabbrica di confetti più famosa della città. Il laboratorio, ricostruito XVI secolo, si presenta più come un laboratorio di scienza d’altri tempi che come un impianto di produzione di dolcetti. Il museo si trova a circa 1 km da Porta Napoli, a sud di Corso Ovidio.



Sulmona e dintorni: Badia e Pacentro.


Situato a 5 km a nord di Sulmona, ai piedi del Monte Morrone, il piccolo paese di Badia ha una forte connotazione religiosa.


E’ difficile non notare l’abbazia, un massiccio edificio costruito alle pendici occidentali del Monte Morrone. Emozionante la sua monumentale scalinata, gli affreschi religiosi e l’antica farmacia. Sono queste le sue principali attrazioni, che possono essere visitate in un tour guidato. L'abbazia ospita mostre d'arte e concerti di musica. Come molti siti religiosi della zona, l'abbazia deve la sua esistenza all’eremita che divenne poi Papa Celestino V, noto per il suo gran rifiuto (abdicazione).


Danneggiata da un terremoto nel 1706, fu utilizzata successivamente come prigione. L'abbazia è stata sede dell'ordine dei Celestini dal 1293 fino agli inizi del 1800 (periodo in cui l’ordine venne soppresso). Oggi, dopo vari restauri, ospita gli uffici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è sede delle Soprintendenze regionali e dell’Ente Parco Nazionale della Majella.


Poco distante da Badia, a più o meno 600 metri d’altezza sulla valle Peligna, si trova l’Eremo di Sant'Onofrio, raggiungibile dopo una passeggiata di 20 minuti a piedi.


Nella stessa direzione dell’Eremo di Sant’Onofrio, a circa 1400 metri di altezza sul Monte Morrone, si trova l’Eremo di Santa Croce a Morrone, che ora ospita una piccola chiesetta aperta al visitatore.


Situato su una collinetta sopra l'altopiano di Sulmona, ai piedi del Parco Nazionale della Majella,Pacentro si mostra al visitatore come un borgo medievale compatto, che ospita tre sottili torri rinascimentali. Un luogo tranquillo ed autentico, lontano dal clamore cittadino, un buon posto dove degustare la tipica cucina o per partire alla scoperta del parco nazionale.



Pescara


La più grande città abruzzese è una località balneare che ospita uno dei più grandi porti turistici dell'Adriatico. E’ un luogo vivace, soprattutto in estate, con i suoi 16 km di spiaggia.


Il Museo delle Genti d’Abruzzo è un ricco percorso di storia lungo 4 millenni, che racconta la cultura contadina abruzzese.


In via Manthoné 116, è possibile visitare la casa natale, ottimamente conservata, del poeta Gabriele D'Annunzio: mobili, documenti, foto e la sua maschera mortuaria.


Nei pressi del mare, accanto ad una spiaggia isolata, il


Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna ospita, oltre alla collezione permanente di artisti quali Mirò, Picasso, Guttuso, anche mostre temporanee di arte moderna e contemporanea, convegni ed eventi culturali.


L’Abruzzo è sicuramente una regione da visitare ed ammirare. Non vi resta che scegliere la vostra destinazione preferita e partire con noi!

  TORNA AL BLOG





Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!