Prima puntata della rubrica sui viaggiatori digitali, con Orazio Spoto, the smart traveller che ci regala i primi, indispensabili consigli per viaggiare…in movimento!

La parola d'ordine è muoversi. 

Chi non si muove non cresce, non evolve.
Ma come in ogni epoca, il viaggiatore ha anche bisogno della giusta attrezzatura. Secoli fa il pellegrino, come il mercante, aveva a disposizione attrezzature specifiche pensate per spostarsi in relativa sicurezza.
Oggi per fortuna non è necessario girare armati e al posto di una spada ci sono smartphone e tablet.
Chi meglio di un gogobus-boy o girl è il prototipo del nuovo viaggiatore?

Ecco un elenco di oggetti a mio parere indispensabili per viaggiare.

Tablet
Si tratta di uno strumento sufficientemente potente (ormai è quasi paragonabile ad un computer) ma con il vantaggio di avere un voltaggio più basso. Grazie a questa caratteristica possono essere alimentati anche da batterie esterne

Batterie esterne
Il peso diminuisce e la capienza aumenta. Ci sono soluzioni per tutti i gusti. Indispensabili.

Smartphone
Ormai lo smartphone è un computer. Tutti voi ne avrete in tasca uno e probabilmente starete leggendo queste righe proprio su un telefonino di ultima generazione.

Router portatile
Potreste usare il vostro telefono come hotspot ma vi consiglio di usare un dispositivo dedicato.
In primo luogo infatti dovete verificare che il vostro operatore telefonico supporti il tethering, cioè la possibilità di usare il vostro abbonamento dati come “erogatore” di connessione per altri apparecchi”. In secondo luogo dovete sapere di quanto traffico dati disponete.
Potreste infatti esaurirlo molto presto e ritrovarvi senza la possibilità di navigare sia con il vostro tablet che con il vostro smartphone.
Saprete benissimo che uno smartphone senza traffico dati e poco più di un costoso fermacarte!

Cavi, alimentatore e cuffie
Ad oggi l’alimentazione via cavo è la soluzione più pratica e leggera per erogare potenza ai nostri dispositivi (esistono infatti anche alimentatori a induzioni ma siamo agli inizi). Valutate bene che tipo di cavo serve e che tipo di alimentatore. La batteria esterna è alimentata da un piccolo dispositivo e da un cavo usb mini. Buona parte dei nostri smartphone e router usano questo formato.
Alcuni smartphone e ultraportatili iniziano ad usare la usb c, che eroga più informazioni e si candida ad essere un formato universale (per intenderci lo usa Microsoft con il Lumia 950 e la Apple con il macbook 12′).
Infine vi suggerisco di avere sempre con voi un buon paio di cuffie, possibilmente con la funzionalità remote talk. in questo modo potrete usarle anche per parlare al telefono tenendo le mani libere.
Ci sono cuffie per tutti i gusti, tasche e di ogni dimensione.

Non ultimo e fondamentale, il contenitore 

Qui si apre un mondo e magari ne parleremo in un prossimo post.
Ma vi anticipo una cosa: il contenitore che sia uno zaino, una shoulder bag o una messenger bag è alla fine l'elemento che farà la differenza fra un viaggio “tranquillo” e una odissea per voi e per chi vi sta accanto!

E ora buon viaggio!

Orazio Spoto documenta il mondo degli urban globetrotter: dagli itinerari di viaggio ai consigli alimentari, arrivando perfino ai capi da indossare. E’ co-fondatore di instagramers Italia.

  TORNA AL BLOG





Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!