image

La città di Milano non solo è conosciuta come la più importante città italiana per le attività industriali, commerciali e finanziarie, ma anche per i suoi monumenti, la sua arte, i suoi centri culturali, i suoi impianti sportivi, i suoi musei e per i suoi palazzi.

Per chi ha in previsione di fare un viaggio nel capoluogo lombardo, per avere la certezza di apprezzare e visitare al meglio la città, sarà necessario sapere quali sono i luoghi fondamentali da visitare, come organizzare un itinerario di visita e come girarla utilizzando, preferibilmente, i mezzi pubblici.

Arrivare e muoversi a Milano: Autobus e Metro

Per muoversi a Milano e visitarla si può utilizzare la metropolitana che vanta quattro linee, M1 linea rossa, M2 linea verde, M3 linea gialla e M5 linea lilla; il servizio di taxi disponibili su tutta la città; il tram turistico che offre un tour dei luoghi più interessanti del capoluogo; i bus turistici che effettuano itinerari culturali e gli autobus che collegano in modo perfetto l'intera metropoli.

Sono in funzione numerose linee extraurbane ed interregionali che permettono di raggiungere, in tutta comodità, il capoluogo lombardo con fermate nei centri nevralgici del territorio ovvero presso le principali stazioni ferroviarie e le fermate degli autobus urbani.

L’ autobus, per esperienza personale, è il mezzo più efficiente, affidabile ed economico per raggiungere e girovagare per Milano con la certezza di non perdere nulla delle sue bellezze.

Il Centro Città

Senz'ombra di dubbio, il centro della città è la prima cosa da vedere. Lo si può raggiungere, da ogni stazione ferroviaria, tramite gli autobus 60, 42, 82 ed 87. Giunti in centro, proseguendo a piedi, si potrà ammirare il famoso Duomo di Milano in stile gotico costruito nel 1386 per volontà di Gian Galeazzo Visconti.

Dopo aver apprezzato la facciata esteriore della chiesa è consigliato visitare il suo interno per contemplare le sue 5 navate, i suoi 52 pilastri, le sue vetrate, la statua di San Bartolomeo Scorticato, gli altari del Pellegrini, la Cappella di San Giovanni il Buono, il Presbitereo, l'organo a canne, la cripta, eccetera.

Da non tralasciare una salita ai suoi terrazzi per apprezzare da vicino le sue guglie, le sue statue, i suoi pinnacoli e la Madonnina simbolo della città.

Da non perdere la vicina Galleria Vittorio Emanuele II, denominata il salotto di Milano e famosa per lo stemma dei Savoia impresso sul pavimento, è il luogo dove si trovano numerosi negozi di marche prestigiose, ristoranti e bar di pregio; il Teatro della Scala voluto dalla regina Maria Teresa d'Austria nel 1776; Palazzo Marino realizzato nel 1563 e, dal 1861, sede del Comune milanese e, se si desidera dedicarsi allo shopping modaiolo, è perfetto recarsi in via Della Spiga; il Castello Sforzesco con annesso i Musei civici tra cui quello d'Arte Antica dove si trova “La pietà Rondinini” realizzata da Michelangelo ed il Museo Egizio ubicato nei suoi sotterranei; la Biblioteca Trivulziana e la Biblioteca dell'Arte; la Pinacoteca di Brera dove sono custoditi capolavori di Raffaello, Caravaggio, Rubens, Rembrandt, Tiepolo, eccetera ed il Palazzo Mezzanotte ovvero il Palazzo delle Borse edificato nel 1932.

Prima di lasciare il centro città, meritevoli di una visita sono la Chiesa di San Babila, la prima chiesa cristiana di Milano risalente al 46 e la Chiesa di San Carlo al Corso in stile neoclassico inaugurata nel 1847.

Oltre il centro città

Lasciato il centro, è raccomandabile prendere l'autobus, optando per le linee 50, 58 o 94 per raggiungere la zona detta delle Basiliche. Da vedere la Basilica di Sant'Ambrogio costruita tra il 379 ed il 386, nel cui interno vi sono le decorazioni del Bramante e del Bergognone; la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, costruita nel 1463 per volere di Francesco I Sforza, dove ammirare il capolavoro di Leonardo da Vinci, l'Ultima Cena.

Costeggiando il Parco Sempione, una delle zone verdi della città, si raggiunge Villa Reale. La villa fu fatta costruire, in stile neoclassico, dal Conte Ludovico di Barbiano e Belgioioso agli inizi dell'800. Al suo interno si trova la Galleria di Arte Moderna.

Utilizzando l'autobus 62 o 77 si potrà raggiungere, prima, Porta Romana dove sono da vedere le Mura Spagnole ed il Monumento ai Caduti e, successivamente, Porta Ticinese conosciuta come Porta Cicca, edificata tra il 1804 ed il 1814 su progetto di Luigi Cagnola. Da ammirare le Colonne di San Lorenzo, formate da 16 colonne in marmo con capitelli dorici; il Museo Diocesiano, la Basilica di Sant'Eustorgio ricostruita verso il 1190 dopo che venne distrutta da Federico Barbarossa; la Basilica di San Lorenzo, risalente al IV secolo, con i suoi quattro absidi, le quattro torri, un tiburio a forma ottagonale che nasconde la cupola interna, le cappelle che l'attorniano ed, alle loro spalle, il Parco delle Basiliche, un parco storico con grandi e secolari alberi.

I Navigli

Proseguendo a piedi, si raggiunge la zona dei Navigli. I navigli milanese sono quattro ossia il Naviglio Pavese, il Naviglio Martesana, il Naviglio Grande, il Naviglio di Paderno ed il Naviglio di Bereguardo. Questi canali artificiali erano anticamente usati per trasportare le merci e per irrigare a campi, attualmente sono diventati il simbolo della movida milanese.

Qui si trovano ristoranti, disco pub, cocktail bar tra i più rinomati. In questa zona sarà possibile trascorre in allegria ed in totale relax qualsiasi momento della giornata oppure della serata, ascoltando musica dal vivo, ballando, gustando i tipici piatti lombardi, gli sfiziosi aperitivi e quant'altro.

I Tour turistici in autobus

Se si vuole avere la sicurezza di non tralasciare nulla della città, suggerisco di ricorrere ad un open bus. E’ stata un'esperienza molto positiva e ad un costo accessibile. Si parte da piazza Castello e si ha la possibilità di scegliere tra tre itinerari, optando per la linea A, B o C ognuna delle quali farà scoprire le diverse parti della città.

Il tour farà conoscere e visitare il Castello Sforzesco, la Basilica di Sant'Ambrogio, il Parco delle Basiliche, le parti più suggestive dei Navigli, Piazza Duomo, il Teatro della Scala, la Torre Velasca, il Grattacielo Pirelli, Palazzo Reale, le vie centrali dello shopping, Porta Venezia, il Parco Sempione e alcuni tra i musei più apprezzati.

È possibile anche ricorrere al Tour City Sightseeing Milano che prevede, con partenza da Piazza Castello alla volta di Porta Ticinese e dei Navigli, un giro serale della zona con cena in un tipico locale sul canale. Prima di lasciare Milano, suggerisco di fare una mini-crociera sui canali della città, un'esperienza indescrivibile.

Da provare la Cruise & Eat, una navigazione serale che si svolge dal Naviglio Grande, alla Darsena fino al Naviglio Pavese. Alla fine della navigazione, è prevista la cena presso un locale della Movida del Naviglio Pavese.

  TORNA AL BLOG





Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!