image

Mercoledì 23 novembre 2016 saremo presenti a Roma per la Prima Conferenza Nazionale in Italia dedicata alla Sharing Mobility, promossa dal Ministero dell’Ambiente e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

La sharing mobility negli ultimi anni si sta diffondendo sempre più, assumendo numerose forme: è in atto un vero e proprio cambiamento nella mentalità comune.
Non è più così scontata l’idea di avere un'auto privata di proprietà, mentre lo sviluppo delle vetture senza conducente e delle città intelligenti permettono l'adozione di un sistema che punta soprattutto sull'accesso ai servizi.
Si tratta di una concezione più attenta all'ambiente, facilitata dalle innovazioni recenti della tecnologia e dal fatto che sono sempre di più le persone che vogliono spostarsi sia nel centro che fuori città liberamente e senza problemi, nonostante non abbiano un'auto di proprietà.

Ad esempio secondo i dati di aprile in Italia sono iscritti a uno dei tanti servizi di car sharing 650.000 persone: questo fenomeno è in continua crescita e vede l'entrata sul mercato di nuovi operatori e l'impiego di un numero maggiore di veicoli. Inoltre si rileva sia l'aumento dei noleggi che il moltiplicarsi dell’offerta: ciò vale per le nuove tipologie messe a disposizione degli utenti, per lo sviluppo delle soluzioni già presenti e per il coinvolgimento di nuove città nel sistema. 
Per l'accelerazione e lo sviluppo di questo fenomeno, tuttavia, sono necessari interventi appositi di stimolo e regolamentazione da parte delle autorità politiche. Di conseguenza bisogna mettere a punto strumenti di ricerca e di studio per conoscere come si sta evolvendo questa situazione e come supportarla al meglio per ottenere i migliori risultati.

Per fare sul punto sulla situazione attuale e su come si svilupperà in futuro la sharing mobility, il 23 novembre 2016 a Roma si terrà la Prima Conferenza Nazionale in Italia dedicata a questo tema: l'evento si svolgerà in Campidoglio nella Sala della Protomoteca dalle 9:30 alle 11:00. Si tratta di una conferenza promossa dal Comune di Roma e la cui organizzazione è stata affidata all’Osservatorio Nazionale della Sharing Mobility. Quest'ultimo viene considerato la vera e propria community in Italia della sharing mobility, è promosso dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dal Ministero dell’Ambiente. Al suo interno sono presenti operatori del settore, associazioni, università, imprese, amministrazioni locali e istituzioni: ci sono operatori di car sharing, car pooling, bike sharing, park sharing, bus sharing e car pooling, ma anche centri di ricerca. Gli stati generali della sharing economy in Italia seduti attorno ad un tavolo!

Questi studi sono poi integrati per realizzare un rapporto omogeneo da presentare alla Conferenza dove verrà discusso. Da questo documento si originerà la Roadmap normativa, che deve essere messa a punto insieme all'Osservatorio tramite un processo di partecipazione. Inoltre il Rapporto servirà anche per conoscere quali sono i servizi di sharing mobility che vengono forniti al giorno d'oggi sul territorio del nostro Paese e quali sono le pratiche migliori nazionali e internazionali sulla sharing economy. Proprio per ampliare al massimo la partecipazione alla Conferenza, garantire una notevole eco e informare nella maniera migliore operatori, appassionati e semplici cittadini, l'evento è gratuito e aperto a tutti.

Il programma della conferenza prevede 45 minuti, dalle 8:30 alle 9:15 per gli accrediti e la registrazione dei partecipanti; quindi si aprono i lavori con gli interventi del Sindaco di Roma Virginia Raggi e dei Sottosegretario Silvia Velo del Ministero dell’Ambiente. Segue la presentazione sulla situazione della sharing mobility oltre oceano e sui servizi offerti tenuta dal Direttore Esecutivo del Shared-Use Mobility Center (SUMC) e dal Senior policy officer di Bruxelles.

Un ruolo fondamentale è rappresentato dalla video-presentazione dell’Osservatorio e dalla presentazione stessa del Primo Rapporto Nazionale sulla Sharing Mobility a livello nazionale. Il documento continente analisi, dati, potenzialità e futuri impatti del settore e viene sviluppato dal Responsabile Area Mobilità Sostenibile per la Mobility Manager Università e per la Fondazione per lo sviluppo sostenibile intitolata Matteo Colleoni. L'obiettivo è mettere a confronto tra loro diverse città dove la sharing mobility è stata realizzata e ci sono state esperienze positive: in questo modo si riescono a sottolineare le buone pratiche messe in atto e le prospettive per il futuro, così da creare sinergie positive. Al tempo stesso si vedono come poter replicare l'operazione anche in altre realtà. Le città confrontate sono Roma, Torino, Milano e Cagliari; gli interventi sono realizzati dagli assessori alla mobilità, ai trasporti oppure alla città in movimento dei diversi centri.

Seguono la presentazione da parte del Ministero dell'Ambiente della Roadmap, al cui interno sono contenute le varie proposte per avere uno sviluppo della sharing mobility facilitato, armonioso, condiviso, regolato e sostenibile su tutto il territorio italiano. Segue quindi una tavola rotonda a cui partecipano il Vice-Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, il Direttore Generale che fa riferimento al Ministero dell’Ambiente, il Relatore per la riforma del codice stradale, il Kyoto Club, il Segretario Generale dell'ANIA (Fondazione per la Sicurezza sulla Strada e il Presidente dell'ART (Autorità per la Regolamentazione dei Trasporti). Il dibattito verrà coordinato da Antonio Cianciullo del quotidiano La Repubblica, mentre il Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile trarrà le conclusioni finali.

Potete scaricare l’intero programma qui.

Al tempo stesso nel Primo Rapporto nazionale sulla sharing mobility in Italia verranno presentati i risultati dell'indagine condotta dal Ministero dell'Ambiente e dall'Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility su quali siano i servizi di mobilità condivisa presenti sul territorio italiano e su come siano impiegati nella pratica dagli utenti.

  TORNA AL BLOG





Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!






Iscriviti alla nostra newsletter


Resterai sempre aggiornato sui prossimi concerti ed eventi, e otterrai tanti vantaggi e codici sconto!